Top
gruppi di lavoro

Team Working, come migliorare i gruppi di lavoro in 3 passaggi

Tutte le impresa, specialmente se di dimensioni medio-piccole, e tutti i gruppi di lavoro, possono essere rappresentate da un triangolo i cui vertici si possono chiamare Sogno, Ordine, Azione


D Da qualche tempo mi sto interessando di costellazioni organizzative, e tra le varie possibilità di applicazione in ambito aziendale, esiste quella del miglioramento del team working. .

Nel caso di un’impresa, il sogno è quello dell’imprenditore, del fondatore dell’azienda stessa: è la sua idea, nata nel suo cuore e nella sua mente. Coltivata e fatta diventare realtà, spesso con sacrificio, coraggio, intraprendenza ed un pizzico di follia.

 

L’ordine rappresenta le strutture organizzative (amministrazione, marketing, produzione, controllo e qualità, …), le gerarchie, i ruoli, le mansioni, i contratti stipulati.

L’azione è ciò che si compie in azienda e fuori di essa. È ciò che tramuta, le idee e gli accordi in qualcosa di concreto.

Tutto bene, tranne se …

Nessuno di questi tre aspetti può stare l’uno senza l’altro e l’equilibrio tra essi è fondamentale. In ogni azienda c’è chi è custode di uno di questi tre aspetti. 

Di fatto è sufficiente che uno dei vertici del triangolo si disallinei per avere effetti sugli altri due: questo perché l’azienda, come qualunque altra organizzazione è un sistema interconnesso. E’ come una rete. Il disallineamento genera difficoltà e tensioni dentro l’azienda stessa. In questo caso il clima di lavoro diventa molto difficile: stress, conflitti, bon-out, calo di produttività, persone infelici, diffidenti e nervose. Può accadere che il Sogno diventa bisogno: il bisogno di un titolare o di un manager di riconoscimento? Il bisogno di successo? Di emulare la strada paterna o di distinguersi a tutti i costi da qualcuno di significativo della propria vita? L’azione può trasformarsi in reazione, abituandosi a prendere decisioni in perenne stato di emergenza, senza pianificare, senza pensare al futuro, in balia degli eventi. Infine l’ordine diventa disordine, caos, confusione per esempio nelle procedure o nei processi produttivi.

 

Il disallineamento è abbastanza facile da riconoscere: spesso basta una piccola intervista alle persone dell’azienda o anche solo ai vertici aziendali per capire. 

Non è impossibile l’intervento sul team o sull’azienda. Rappresentare il triangolo attraverso una costellazione organizzativa può essere illuminante per gli attori (vertici e collaboratori) coinvolti in essa, e fondamentale per innescare cambiamenti efficaci.

Gabriele Achilli

 


Scopri come i leader di successo oggi ottengono risultati, creano team eccezionali e generano valore
per i propri clienti. Ottieni il massimo da te e dal tuo team. Ogni giorno puoi essere leader.


Post a Comment

Vuoi applicare le migliori strategie al tuo business? Ottieni ora 3 video gratuiti!

redirect=/video-1-lead