Top
essere un buon leader

Come essere un buon leader?

Essere un buon leader non è complessa come operazione ma, allo stesso tempo, occorre cercare di avere un modo di fare che possa essere definito come impeccabile. Ecco come fare.


Essere imparziale e saper ascoltare

Al primo posto devi mettere la tua imparzialità.

Il leader è quella persona che ascolta i suoi dipendenti qualora questi abbiano delle differenti problematiche, ovvero dispute tra di loro, ma allo stesso tempo è anche quella persone che riesce a prendere una decisione che non sia dettata dai sentimenti.

Anche se un dipendente potrebbe non rientrare nel tuo canone di dipendente modello oppure non ti è simpatico, se lui ti prova di avere la totale ragione in una disputa il tuo compito è quello di prendere una decisione che possa essere appunto corretta.

Saper ascoltare è quindi una dote che devi imparare ad avere in quanto devi capire quali sono i problemi che hanno portato i tuoi dipendenti ad avere quella disputa oppure a fare in modo che la situazione potesse essere meno semplice del previsto da affrontare.

Cerca dunque di avere molta pazienza e se sei un buon leader riuscirai sicuramente a farti ascoltare e soprattutto a non indispettire i tuoi dipendenti, dettaglio che non devi assolutamente sottovalutare.

Aggiornarsi e avere il fattore problem solving

Altre due caratteristiche fondamentali che caratterizzano un buon leader sono quelle che consistono nell’essere sempre aggiornati sui diversi argomenti che riguardano la tua impresa e possedere una buona capacità di problem solving.

Per quanto riguarda il primo fattore, il fatto che tu prenda parte a corsi di aggiornamento mette in chiaro ai tuoi dipendenti la tua voglia di voler condurre l’impresa nel migliore dei modi: il dirigente responsabile è infatti colui che non rimane statico ovvero che prende solo ed esclusivamente le medesime decisioni per ogni genere di problema.Il tuo scopo è infatti quello di sapere decidere come procedere per fare in modo che tu possa effettivamente scegliere come procedere in determinate circostanze.

Inoltre il fatto che tu decida di prendere parte a corsi di aggiornamento è un’azione che motiva i tuoi dipendenti nel fare lo stesso: vedendo il tuo buon esempio loro non si sentiranno costretti a dover seguire questi corsi ma, al contrario, faranno lo stesso in quanto hanno un buon esempio da seguire e quindi saranno maggiormente motivati nel cercare di stare al passo coi tempi e soprattutto si dimostreranno produttivi come non mai all’interno dell’impresa.

Il fattore problem solving, invece, deve essere acquisito da parte tua con l’esperienza e mediante le tue conoscenze.

Saper prendere delle decisioni immediate e corrette, ma specialmente risolvere determinate situazioni in lassi di tempo immediati e senza creare ulteriori complicazioni, rappresenta il giusto modo di fare e soprattutto dimostra la tua attitudine da leader.

Cerca quindi di mettere in pratica questi due modi di fare in maniera tale che tu possa effettivamente avere la sicurezza del fatto che, ogni tipo di azione, possa essere apprezzata dai tuoi dipendenti e la tua figura da leader non venga assolutamente messa in discussione.

Obiettivi, ricompense e regole

Infine, se vuoi essere un buon leader, devi sapere impostare degli obiettivi che devono essere raggiunti da parte della tua impresa. Questi ti permettono di contraddistinguerti come persona che non si assesta sugli allori e allo stesso tempo ti offre l’opportunità di poter avere sempre sotto controllo la situazione.

Quando parliamo di obiettivi facciamo riferimento anche alle consultazioni che devono essere svolte coi tuoi dipendenti: se riesci a coinvolgerli loro saranno in grado di rispondere in maniera perfetta a tutte le tue richieste, facendo il possibile affinché tu possa realmente riuscire a perseguire quei particolari obiettivi e la tua azienda possa essere migliorata fin da subito.

Come ogni buon leader che si rispetti, quando decidi di fissare un obiettivo devi necessariamente pensare anche alla ricompensa che scaturirà una volta che gli stessi vengono conseguiti da parte del tuo staff.

Devi infatti dimostrare la tua riconoscenza al settore che ti ha permesso di conseguire quei particolari risultati e quindi mettere in palio un premio rappresenta un tipo di soluzione ottimale che ti consentirà di avere sempre sotto controllo la situazione.

Il leader è colui che motiva i suoi impiegati anche con dei premi per il loro modo di comportarsi all’interno dell’impresa, quindi cerca di motivare gli stessi ad avere un atteggiamento positivo e produttivo che ti permetteranno di raggiungere quello scopo ben preciso.

Infine, come buon leader, non devi assolutamente farti mancare di rispetto ma, al contrario, dovrai cercare di fare tutto il possibile affinché le regole di comportamento all’interno della tua impresa vengano rispettate.

La tua figura non deve quindi essere scalfita da atteggiamenti scorretti che passano inosservati: la correttezza deve essere sempre presente e pertanto dovrai fare il possibile affinché questo semplice tipo di caratteristica non venga mai a mancare all’interno della tua impresa.

In questo modo avrai la concreta opportunità di condurre, in maniera ottimale, la tua azienda e soprattutto potrai essere in grado di contraddistinguerti come vero leader che riesce a gestire la sua impresa creando un clima di serenità, dove ogni dipendente riesce ad avere la sua dimensione e ruolo ben preciso all’interno dell’azienda.


 

Gabriele Achilli

 


Scopri come i leader di successo oggi ottengono risultati, creano team eccezionali e generano valore per i propri clienti.
Ottieni il massimo da te e dal tuo team. Ogni giorno puoi essere leader.


Post a Comment

Vuoi applicare le migliori strategie al tuo business? Ottieni ora 3 video gratuiti!

redirect=/video-1-lead