Top

Collaborare è meglio che competere

Il futuro è nell’impresa che immagina, crea e innova. E che lo fa in squadra!

Le persone hanno imparato a coordinarsi sulla base di una capacità di ragionare comune, fin dai tempi i cui la sopravvivenza dipendeva dalla caccia.
Di qui la domanda che per tutti: possiamo trasformare i dipendenti e collaboratori – dal magazziniere al dirigente – in altrettante teste innovative distruggendo la classica ma ormai obsoleta, divisione del lavoro?

Sei un imprenditore? Sei un manager? Fai parte di un gruppo di lavoro? Allora quante volte hai sentito pronunciare frasi come queste, o ancora peggio, quante volte ti è capitato di dirle?

“Io sono più furbo”, “io non guardo in faccia a nessuno”, “io faccio soldi a palate”. 

Con frasi così ci abbiamo rimesso tutti ma la buona notizia è che l’economia egocentrica è finita da almeno un decennio e non produce reale e duraturo benessere! Le aziende che stanno uscendo dalla crisi non solo hanno fatto qualcosa di innovativo riguardo ai propri modelli di business ma hanno modificato profondamente il modo di lavorare, sviluppando MODELLI COLLABORATIVI tra persone, rispetto ai modelli competitivi degli anni passati.

 

 

Leggete le parole di chi già nel 2010 applicava la collaborazione in azienda. Vi forniranno già molti spunti operativi per il vostro lavoro all’insegna della collaborazione:

Il talento non è universale, ma è ampiamente diffuso: dai ad abbastanza persone la capacità di creare, e inevitabilmente ne emergeranno gemme preziose – Chris Anderson, Direttore di Wired

Per il 95% dei manager tedeschi la futura economia si baserà su modelli e processi collaborativi – We economy, Dalai Editore

Il lavoro di quadra si basa su 5 C: connettività, collaborazione, cooperazione, condivisione e co-creazione – Thomas Bialas, HR Consultant

Valorizzando il patrimonio umano le imprese possono oggi non soltanto tenere botta ma rilanciarsi – Franco Bolelli, Filosofo e Temporary manager

Cosa aspetti? Prova anche tu: riunisci il tuo team e generate 3 azioni per ciascuna delle “5 C del lavoro di squadra” citate da Thomas Bialas. Si tratta di azioni riguardanti il vostro lavoro, grazie alle quali potete rendere concreto il lavoro collaborativo tra di voi. Ricorda deve essere un lavoro di squadra e non imposto dal suo leader!

Gabriele Achilli

 


Scopri come i leader di successo oggi ottengono risultati, creano team eccezionali e generano valore
per i propri clienti. Ottieni il massimo da te e dal tuo team. Ogni giorno puoi essere leader.


Post a Comment

Vuoi applicare le migliori strategie al tuo business? Ottieni ora 3 video gratuiti!

redirect=/video-1-lead